Expert Corner

11/06/2018

Isolamento termico delle pareti #2: esempi pratici (parte 1)

Corrado Borghi, titolare di Domotech srl operante nel settore dei prodotti e delle tecnologie per l’edilizia e, da ultimo, direttore commerciale Italia di Edilteco SpA. 

Copre, tra gli altri, i seguenti incarichi: membro CDA ANIT (Associazione Nazionale per l’Isolamento); membro in UNI Working Group U870308 Supporti di pavimenti (massetti); membro della Giunta Direttiva di COMPAVIPER (Associazione Nazionale Pavimentazioni Continue); membro del tavolo di lavoro “Realizzazione Normativa sulla Qualificazione degli Addetti alla posa di materiali a base cementizia” di ASSIMP ITALIA (Associazione delle Imprese di Impermeabilizzazione Italiane); membro del Comitato Tecnico 201 “Isolanti e Isolamento Termico-materiali” in ambito del C.T.I. (comitato Termotecnico Italiano).


Dopo aver approfondito nella prima puntata della rubrica il tema dell'isolamento termico delle pareti, cominciamo a vedere alcuni esempi pratici e prodotti utili per ottenere un risultato ottimale.

Cassonetti per avvolgibili

  • Isolatutto by De Faveri: soluzione progettata per la coibentazione del cassonetto esistente, fornita in kit di lunghezza 1000 mm, è composta da un pannello superiore e uno inferiore, uno frontale (coperchio) e due laterali (fianchi), che sono opportunamente sagomati per favorirne il taglio. È adattabile alle svariate tipologie di cassonetti esistenti, in quanto modulabile utilizzando un semplice cutter. Isolatutto è composto da materiale isolante con valore lambda 0,035 W/mK. La posa è semplice e veloce; dopo aver sagomato e tagliato opportunamente i pannelli, questi vengono incollati utilizzando una schiuma a bassa espansione che permette di intervenire su eventuali anomalie murarie, aumentando così la coibentazione per un maggiore isolamento. La manutenzione alla tapparella avviene semplicemente togliendo il coperchio del cassonetto e rimuovendo poi il pannello frontale di Isolatutto. Non necessita di ulteriori schiume, una volta terminata la manutenzione.

Spallette finestre

  • Aeropan by Ama Composites: correggere il ponte termico senza intervenire sul foro finestra è una delle maggiori problematiche che si presenta quando si realizza un cappotto sulla facciata di un edificio esistente. Applicare sulle spallette importanti spessori di materiale isolante comprometterebbe la luce del vano finestra, oppure obbligherebbe a parziali demolizioni murarie per aumentare la stessa. La soluzione sta nel pannello Aeropan, studiato per offrire il maggior grado di coibentazione nel minor spazio possibile e, per queste qualità, sarà poi indicato, più avanti nell’articolo, per ulteriori specifiche soluzioni. Il pannello Aeropan è composto da un isolante nanotecnologico in Aerogel accoppiato a una membrana traspirante in polipropilene armato con fibra di vetro. Con uno spessore di 10 mm – e una conducibilità termica pari a 0,015 W/mK – Aeropan permette di ridurre la dispersione energetica recuperando spazio negli edifici civili, commerciali e residenziali. Le proprietà del pannello – minima conduttività termica, flessibilità e resistenza alla compressione, idrofobicità e facilità di posa – ne fanno il prodotto ideale per applicazioni su imbotti delle finestre per la risoluzione dei ponti termici.