Expert Corner

07/05/2018

Soluzioni per la posa ibrida del parquet

Uno dei trend 2018 per i pavimenti, soprattutto in campo di ristrutturazioni e riammodernamenti, è il ritorno del parquet in qualsiasi tipologia di abitazione, associato alla posa a spina di pesce, attualizzata da contrasti di cromie, composizione di giochi ottici e geometrici grazie all’utilizzo di diversi formati e colori.

Nelle ristrutturazioni, caratterizzate sempre più di frequente da interventi di sostituzione della pavimentazione che richiedono spessori contenuti e lavori non invasivi, è proprio la tecnica di posa a rivestire un ruolo di primaria importanza. Isolmant, da sempre attento alle esigenze del mercato e forte della sua quarantennale esperienza in campo di isolamento acustico e termico, ha creato una gamma di soluzioni sottoparquet per la posa flottante e per la posa ibrida, sempre più utilizzate dai posatori.

In particolare la posa ibrida o semi-flottante è consigliata in caso di posa di parquet massello purché maschiato o parquet stratificato a due o tre strati, di parquet su massetti radianti a basso spessore, su pavimentazioni pre-esistenti che devono restare integre, su piani di posa inconsistenti o irregolari oppure, ancora, di pavimenti soggetti a variazioni dimensionali.

Una soluzione che unisce la stabilità della posa con la colla alla la velocità e la pulizia della posa flottante: la nuova pavimentazione in parquet viene infatti ancorata direttamente allo strato superficiale di adesivo tenace presente sul prodotto senza che si renda così necessario l’uso di collanti, il tutto senza rimuovere, rovinare o coprire definitivamente il pavimento esistente.

Un lavoro rapido e in poche mosse, che non richiede tempi di asciugatura, in cui gioca un ruolo fondamentale il materassino resiliente, a cui si devono stabilità, insonorizzazione e isolamento.

Un elemento imprescindibile che deve contraddistinguersi per la sua altissima qualità e per le sue prestazioni, per proteggere il pavimento nel tempo e al contempo migliorarne le caratteristiche intrinseche, ad esempio quelle di isolamento acustico e termico, come garantito dai materassini firmati Isolmant, e in particolare da IsolDrum Top Adesivo.

Questo tipo di soluzione diventa oggi ancora più attuale e richiesta nei sistemi con riscaldamento a pavimento, a seguito della definizione della norma UNI 11371 che stabilisce le caratteristiche necessarie per la realizzazione di un sottofondo adeguato alla posa di pavimenti in parquet. In particolare la norma segnala che in presenza di sistemi radianti “a basso spessore” la posa flottante della pavimentazione di legno o parquet risulta essere la modalità più adatta.

IsolDrum Top Adesivo si propone come la soluzione tecnologica più innovativa per le sue caratteristiche tecniche, per il basso spessore e appunto per la possibilità di mantenere svincolato il sistema pavimento dalla struttura sottostante, pur mantenendo vincolato il pavimento stesso allo strato resiliente.

IsolDrum Top Adesivo è un materassino ecologico costituito da un materiale termoconduttivo viscoelastico di elevata densità, rivestito da uno strato adesivo protetto da pellicola siliconata, per uno spessore totale di 1,8 mm circa. Una soluzione a bassa resistenza termica (Rt = 0,01 m2 K/W) e con un indice di isolamento al rumore da calpestio di 18 dB, ideale anche nelle applicazioni con sistema di riscaldamento e raffrescamento a pavimento. Con IsolDrum Top Adesivo il pavimento viene fissato direttamente al materassino senza creare danni al massetto sottostante in caso di deformazione del parquet dovuta a variazioni di umidità.