Economics by Tile Italia

10/07/2018

I fatturati 2017 delle aziende ceramiche italiane

Come di consueto, TILE ITALIA ha raccolto in anteprima i fatturati 2017 dei maggiori produttori italiani di piastrelle ceramiche per proporli in una “classifica di eccellenze”.​

  • Inalterate le posizioni dei 6 grandi Gruppi italiani produttori di piastrelle con fatturati superiori ai 200 milioni di euro. La prima posizione resta certamente attribuibile al Gruppo Concorde, del quale non disponiamo neppure dei dati 2016 ma che, già nel 2015, aveva raggiunto un fatturato di 726,9 milioni di euro. Al secondo posto, con 590 milioni di Euro di fatturato 2017 (+11,3% sul precedente esercizio), si conferma Iris Ceramica Group. Terzo classificato il Gruppo Finfloor che porta il fatturato consolidato a 424,8 milioni di euro (+4,4%). Panariagroup, quotata in Borsa e impegnata sul mercato statunitense la cui incidenza complessiva sul fatturato si attesta nel 2017 al 35%, ha registrato le migliori performance sulle Business Unit europee (Italia +6,0% e Portogallo +9,6%). Al quinto posto, con una produzione interamente italiana, ritroviamo Casalgrande Padana: 265,1 milioni di euro di fatturato 2017 (-4,8%). Al sesto posto Cooperativa Ceramica d’Imola, anch’essa con stabilimenti solo in Italia e che, con un fatturato di 244,8 milioni, chiude l’esercizio con un nuovo lieve decremento.
  • Nella fascia “centrale”, costituita dal gruppo di aziende con fatturato tra i 200 ed i 100 milioni di Euro, troviamo posizionato al primo posto Del Conca che, con 168,5 mil di euro di fatturato 2017 sorpassa Ricchetti Group di cui disponiamo, però, dei soli dati 2016. Tra tutti si distingue Gresmalt, con un incremento del fatturato 2017 su quello del precedente anno del +12,8%. Ottima anche la performance di ABK Group: +5,8% sul precedente anno. ABK Group, peraltro, ha recentissimamente siglato un accordo con Capital For Progress 2 (CFP 2), finalizzato alla quotazione sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana entro gennaio 2019. Rondine Group conferma per il quinto anno consecutivo, e dopo il +25,7% del 2016 sul 2015, una crescita costante che lo ha portato a superare ormai i 110 milioni di euro. Piemme e Gruppo Romani restano stabili sui dati di fatturato del precedente esercizio, confermandone le relative posizioni.
  • Tra le aziende che, nel 2017, hanno avuto un fatturato inferiore ai 100 milioni di euro si impone all’attenzione la nuova performance di Laminam che, al +36,0% registrato nel 2016 sul 2015, fa seguire nel 2017 un ulteriore +25,0%. Molto bene anche Ceramica Fondovalle che al +23,9% del 2016 fa seguire il + 9,1% del 2017. Da segnalare anche Polis che consolida con un +1,8% l’ottimo incremento 2016 (+21% sul 2015). Ancora Italcer – gruppo guidato da Graziano Verdi – che, acquisita nel corso del 2017 La Fabbrica (41,9 mil di euro di fatturato 2016) ha realizzato, assieme ai marchi AVA ed Elios Ceramica, un fatturato di 82,2 mil di euro (+48,7% sul precedente anno). Italcer inoltre, a fine 2017, ha concluso l’accordo per l’acquisizione di Devon&Devon.

Leggi la classifica completa su Tile Italia 3/2018