Focus Materiali

21/10/2015

Ristrutturare con HI-MACS, la pietra acrilica di nuova generazione

La ricerca del connubio ideale tra funzionalità ed estetica ha acceso di recente i riflettori su materiali innovativi, meno consueti ma dalle elevate prestazioni sia in termini di ecosostenibilità sia in termini di qualità.

La pietra acrilica naturale costituisce un esempio esaustivo della categoria, in cui a spiccare è HI-MACS la variante concepita e prodotta da LG Hausys, in grado di assumere qualsiasi forma, seppur mantenendo una robustezza simile alla pietra.

Già sperimentato per progetti architettonici o allestimenti d'interni firmati dai grandi nomi del settore fra cui Zaha Hadid, Jean Nouvel, Rafael Moneo, Karim Rashid e David Chipperfield e primo Solid Surface sul mercato ad aver ottenuto la Certificazione ETA (European Technical Approval) per le facciate esterne, questo materiale innovativo è composto da resina acrilica, minerali naturali e pigmenti che insieme creano una superficie liscia, non porosa garantendo una massima resa.

Grazie infatti al "thermal cure", il processo di riscaldamento di nuova generazione, le proprietà di stampaggio termoplastico tridimensionale che ne derivano consentono di realizzare progetti privi di giunzioni visibili. Il rispetto per l'ambiente si traduce poi per HI-MACS nell'impiego di materiali sostenibili e processi produttivi eco compatibili, con il conseguente riciclo a fine vita. Risultano svariati quindi i campi d'applicazione, come svariate sono le riqualificazioni portate a termine in differenti ambiti.