Tendenze design e materiali

28/10/2016

Da Cersaie, le nuove tendenze ceramiche per il 2017

L’edizione 2016 di Cersaie, il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno, ha chiuso i battenti venerdì 30 settembre a Bologna, segnando il record storico di operatori esteri che hanno raggiunto quota 50.976 (+5,7% rispetto al 2015). In crescita, dopo anni di stasi, anche i visitatori italiani per un totale di 55.625 (+3,8%). Dati che non solo convalidano un trend positivo, ma confermano l’internazionalità come tratto distintivo dell’evento.

Il comparto più rappresentato è stato quello delle piastrelle ceramiche con 491 imprese (237 le estere), seguito dall’arredobagno che ha raccolto 194 aziende del settore e, ancora, da legno, pietre naturali e carta da parati. Buono l’interesse suscitato dal ricco calendario di eventi che ha costellato la kermesse, ancora una volta palcoscenico di rassegne tematiche tenute da grandi firme dell’architettura mondiale.

Tra le iniziative più seguite, la Lectio Magistralis di Lord Norman Foster, ottavo Premio Pritzker, che ha catturato un pubblico di circa 2.000 persone, la mostra Cer-Sail di Angelo Dall’Aglio e Davide Vercelli, il ciclo di conferenze all’interno del programma culturale ‘costruire abitare pensare’ che ha visto susseguirsi le case history progettuali di Solano Benitez, Aires Mateus, Grafton Architects e Ugo La Pietra, e infine i workshop tecnici tenuti presso La Città della Posa.

Scopri il nostro tour alla ricerca delle nuove tendenze e dei prodotti presentati durante la settimana fieristica bolognese su MaterialiCasa Magazine