Pavimenti e rivestimenti

30/09/2019

Ceramiche Piemme svela "Glitch": l'estetica dell'imperfezione secondo Benoy

In occasione di Cersaie 2019, Ceramiche Piemme ha svelato il frutto della collaborazione con il noto studio londinese Benoy, presentando l'iconica collezione di piastrelle in grès porcellanato Glitch. A sedurre le nuove proposte materiche è proprio il tipico sfarfallio che si produce su uno schermo causato da un errore non prevedibile. Un tema questo, che richiama il trend estetico dell'imperfezione come segno di unicità e viene declinato su ceramica in 5 formati e 8 tonalità dall'appeal attuale.

"Abbiamo pensato a rivestimenti capaci di valorizzare le caratteristiche disomogenee di superfici in calcestruzzo come crepe, patine, graffi e segni del tempo, reinterpretandole in chiave ceramica" racconta Andy Piepenstock Design Director Benoy "L’idea di Glitch si basa su un paradosso: invece di riprodurre in digitale le imperfezioni della natura…questa collezione rende in forma materica le imperfezioni, gli errori del digitale!" Il risultato è una collezione contemporanea ideale per pavimenti e rivestimenti di ambienti residenziali e commerciali (vera specializzazione dello studio Benoy).

Glitch integra così la gamma Piemme concretizzando, come spiega il COO Davide Colli, un vero e proprio "upgrade culturale sul progetto".

*Info tecniche

  • Materiale: grès porcellanato
  • Tonalità: Clay (terra) Gravel (tortora), Sand (beige), Salt (bianco), Ash (grigio chiaro), Flint (grigio medio), Graphite (grigio scuro), Carbon (antracite)
  • Formati: 30X60cm, 60X60cm, 60X120cm; 90X90cm e 120X120cm (disponibili nelle tonalità Gravel, Salt, Ash e Graphite)
  • Struttura 3D: Glitch 60X120cm
  • Decori in linea: Mix Warm e Mix Cold 60X120cm