Pavimenti e rivestimenti

13/02/2018

Il Mediterraneo nella collezione Lithea

Lithea prosegue la ricerca avviata nel 2016 con il progetto Trame Mediterranee per sperimentare con le forme, i materiali e le tradizioni la terra d’origine: la Sicilia.

Proprio con questo obiettivo l’azienda sarà presente al prossimo Salone del Bagno 2018 con la collezione Innesti Mediterranei: una collaborazione con designer accomunati dal legame con il Mediterraneo.

Martinelli Venezia Studio, Philippe Nigro, Elena Salmistraro, Marella Ferrera e Pierluigi Piu, con i loro diversi linguaggi espressivi, hanno interpretato questo filo conduttore distillandolo in progetti di superfici interior per arredare tutti gli ambienti: sono elementi che raccontano storie, sorta di arazzi tecnologicamente evoluti pensati per realizzazioni contract ma anche per la casa.

Protagonisti di queste proposte sono proprio i materiali lapidei e le pietre preziose, che Lithea lavora da oltre cinquant’anni, interfacciando il talento di artigiani specializzati con creazioni di piccola serie.

  • Maioliche di pietra, design Martinelli Venezia Studio: Collezione di piastrelle modulari in pietra lavica proveniente dalle cave ai piedi dell’Etna, caratterizzate da motivi grafici tridimensionali e assemblabili in molteplici composizioni. Il progetto nasce dal ricordo di una piccola casa-museo di un collezionista di maioliche, nascosta in un palazzo settecentesco nel centro storico di Palermo. La collezione si completa con un lavabo freestanding essenziale e con una serie di piccoli accessori che si possono facilmente innestare nei moduli-piastrella forati. 
  • Caltagirone, design Elena Salmistraro: Una rielaborazione delle meravigliose maioliche di Caltagirone, un’astrazione in cui il motivo decorativo viene stilizzato. Sul pannello rettangolare in Pietra Pece, l’intreccio di linee morbide parte dal punto centrale disegnando un volto, incorniciato dal classico fregio floreale della tradizione siciliana: ne nasce una composizione figurativa total black resa preziosissima dalle decorazioni in foglia di rame che illuminano alcune parti del disegno.
  • Monreale, design Elena Salmistraro: Arabeschi geometrici vengono accostati, sovrapposti, stratificati per dar vita ad una texture tridimensionale dal segno contemporaneo. Le linee che si intersecano sul Marmo Bianco di Carrara danno vita a piramidi dalla base irregolare, in un inedito gioco caleidoscopico arricchito dalle applicazioni metalliche che rimandano ai pregiati fregi dorati del Duomo della città.

Salone del Bagno 2018

Pad 22, Stand F35