Pavimenti e rivestimenti

14/10/2019

La memoria del passato sulle superfici Raw di Atlas Concorde

Sono i segni del tempo ad ispirare la collezione Raw di Atlas Concorde, che ricrea nel grès porcellanato e nel rivestimento in pasta bianca la matericità di superfici vissute riproducendo ad arte gli effetti dell’intonaco scrostato. Stratificazioni materiche, velature, patine e increspature alterano il colore originario della materia creando salti cromatici netti, intriganti, adatti all’interior dal gusto contemporaneo.

A pavimento le velature, le colate e le increspature del grès non sono direzionate, mentre nel rivestimento in pasta bianca risultano orientate e trasmettono una percezione soft-wall grazie ad una grafica morbida e scultorea dall’effetto spatolato.

Lo stile délabré di Raw nasce dalla mescolanza di sfumature che portano a un risultato finale ricco di dettagli inediti, ideali per completare loft metropolitani, gallerie d’arte, locali di tendenza, spazi ex industriali, oltre a dialogare perfettamente con l’architettura e i materiali d’epoca originari negli ambienti sottoposti a progetti di recupero architettonico.

Sul fronte cromatico, a colori caldi e terrosi, come Sand e Mud fanno da contrappunto tonalità più fredde e materiche, quali White e Pearl. La collezione combina a rivestimento i tre colori in gres porcellanato (White, Pearl, Sand) con tre cromie inedite ed eleganti, Rose, Blue e Petroleum.

La collezione è valorizzata da un progetto decorativo che punta su quattro diverse geometrie di mosaico, messe in risalto da fughe colorate, che permettono di personalizzare gli ambienti con grande libertà creativa.

Rivestimenti in Pasta Bianca

  • Twist: un’elegante geometria animata da vortici, si caratterizza come una decorazione optical che cattura l’attenzione nell’ambiente in cui viene posato.
  • Flag: una composizione dinamica ricrea l’effetto del nastro colorato usato nella ginnastica ritmica e nasce dall’accostamento di tasselli a forma di trapezi isosceli che disegnano un gioco di incroci in cui lo stucco - colorato o tono su tono - si incastra tra le parti ceramiche del mosaico.
  • Block: la geometria semplice ed essenziale è caratterizzata dalla presenza di micro quadratini rivestiti di stucco. La scelta di uno stucco colorato valorizza l’essenza del mosaico.
  • Gold: L’effetto dell’intonaco logorato dal tempo definisce lo stile del decoro attraverso una patina dorata realizzata sulla superficie scrostata del fondo.

Gres Porcellanato - Spessore 6 mm

  • Castle: è l’interpretazione di un muretto con tessere rettangolari posate in verticale parallele. Le tessere sono inclinate, quasi a voler apportare un senso di ‘disordine’ al decoro stesso. Lo stucco completa il mosaico giocando a contrasto con il fondo ceramico o richiamandone il tono.


Gres Porcellanato - Spessore 9,5 mm

  • Esagono: tessere a forma di rombo, monocromatiche, che con la fuga creano un disegno di esagono/cubo. 
  • Mosaico: un mosaico classico 30x30 cm. composto da 36 tessere quadrate (4,8x4,8 cm.) e disponibile in tutti i colori gres.