Pavimenti e rivestimenti

19/07/2018

Mosaico+: contaminazioni artistiche e fuga protagonista

Ogni collezione di mosaici esprime le sue peculiarità: Diamond, di Mosaico+, fonde il calcolo, la geometria e il design più moderno con la storia antica dell’arte musiva italiana, ispirandosi ai pattern delle vetrate in mosaico stagnato realizzate con un vetro capace di far muovere le forme attraverso la rifrangenza della luce. Diamond non rievoca solamente l’architettura sacra, con il vetro Cattedrale dalle venature dense, bensì richiama anche l’architettura moderna e l’Art Decò del Crysler Building di William Van Alen e le geometrie pure di Frank Lloyd Wright.

Inoltre, in questa collezione, la fuga torna vera protagonista del decoro: crea il disegno scorrendo tra le lastre di vetro e accompagnando lo sguardo tra le forme algoritmiche.

Il mosaico Diamond può essere colorato con tinte piene e piatte o avere una superficie stonalizzata e venata. Il design inusuale premette la stuccatura tono su tono per un effetto raffinato o a contrasto per dare alla composizione un carattere più eccentrico e di tendenza.