Pavimenti e rivestimenti

08/10/2019

Tradizione sarda e innovazione per Ceramica Mediterranea

È una duplice anima quella che si cela dietro le collezioni di Ceramica Mediterranea, realtà nata nel 1993 con stabilimento produttivo a Guspini (VS) e direzione commerciale a Sassuolo (MO).

Il profondo legame con il territorio sardo incontra infatti la tipica spinta all’innovazione del distretto ceramico italiano, per creare superfici che guardano alle tendenze contemporanee d’interior ma senza tradire le proprie origini. 

Tra le collezioni che meglio esprimono questa affascinante alternanza si conta Pietra di Serrenti con cui Ceramica Mediterranea interpreta su gres porcellanato l’iconica pietra sarda: una antica roccia magmatica effusiva nota anche come trachite, da sempre protagonista dell’edilizia locale e le cui radici affondano nella Preistoria. Pietra di Serrenti presenta numerosi agglomerati ferro­si che le conferiscono venature dalle nuance rossicce che creano delicati contrasti con la base gialla-aranciata. Il colore risulta cangiante e dalle mille sfumature, mentre la componente di silicio le assicura una notevole resistenza agli agenti chimici. Una collezione che si propone sul mercato con versatilità, per la pavimentazione e il rivestimento di pareti indoor e outdoor.

Antiga, la seconda nuova linea di piastrelle presentata durante il più recente Cersaie, si ispira invece alla tradizione tessile, nata addirittura nel 4000 a.c., attingendo in particolare alla tessitura del tappeto, tra le espressioni locali più remote e preziose. Oggi, Ceramica Mediterranea rivisita in chiave attuale questa sapiente artigianalità presentando superfici in cui dominano i grigi chiari e scuri e il color sabbia, e su cui spiccano motivi geometrici o floreali che evocano un calore domestico d’antan.

Grande attenzione è inoltre posta dal marchio nei confronti della sostenibilità ambientale. Una filosofia che si concretizza nel concetto di ceramica a chilometro zero, tramite l’impiego di materie prime del territorio e una produzione in loco, ma anche nella fruizione di un impianto fotovoltaico di 24.000 mq per l’autoconsumo, e di un sistema di macinazione a secco che riduce al minimo l’utilizzo idrico. L’impresa riutilizza peraltro l’aria calda proveniente dai forni quale energia termica al posto del gpl e, non da ultimo, ricicla ogni scarto.

*Info tecniche

Collezione: Pietra di Serrenti

  • tecnologia: gres porcellanato spessore 9 mm e 20 mm
  • indice caratteristiche antisdrucciolo r10/r11
  • utilizzo: pavimenti interni/esterni e rivestimenti
  • 3 formati, 2 colore
  • 30x60, 60x60 9mm

Collezione: Antiga

  • tecnologia: gres porcellanato spessore 9 mm
  • utilizzo: pavimenti interni e rivestimenti
  • 2 formati, 3 colori (fondo_bianco, up_grigio up_antracite, decoro_ bianco, decoro_grigio, decoro_antracite):
  • fondo: 30x60
  • decoro: 30x60, 15x60