Top cucina

04/07/2018

"Oasi": un albero in cucina

Presentato in occasione di EuroCucina, Oasi è il nuovo progetto di ARAN Cucine, nato dalla collaborazione tra l’azienda abruzzese e l’architetto Stefano Boeri. Dal concept inedito, Oasi è molto più che un funzionale elemento d’arredo: un unico ed essenziale blocco cucina / zona pranzo capace di racchiudere al proprio interno tutte quelle proprietà tipiche di un luogo conviviale.​

Centro strutturale e simbolico del progetto è un albero da frutto, punto di riferimento intorno al quale può riunirsi una rete di relazioni familiari, nonché cifra stilistica del noto progettista. L'albero, il tavolo e il piano di cottura sono dunque un unico oggetto capace di evocare storie, aneddoti, memorie condivise e segreti culinari.

Oasi racchiude tutte le fasi di trattamento dei cibi: conservazione, lavaggio, preparazione, cottura, servizio, consumo, riciclo. Seguendo il ‘principio della circolarità’ per consentire la corretta sequenza delle lavorazioni, la cellula free-standing a impianto quadrato della cucina è sviluppata come un articolato dispositivo tecnologico nel quale sono inseriti spazi contenitivi ed elettrodomestici (frigorifero, lavastoviglie, forno, compattatore per il riciclo dei rifiuti). Un semplice meccanismo permette inoltre lo scorrimento di due ‘ali’ sui due lati simmetrici del blocco cucina, che si trasforma così anche in tavolo da pranzo.

L’attenzione nella scelta dei materiali e degli elettrodomestici racconta infine un tema caro sia ad ARAN Cucine sia all’architetto Stefano Boeri: l’ecologia. Il top di Oasi è infatti realizzato in solid surface, materiale straordinariamente resistente e dunque capace di durare nel tempo, mentre per le ante del blocco cucina è stato scelto un legno completamente naturale, risultato del recupero di originali bricole veneziane e prova della tradizione e della capacità artigianale di ARAN Cucine.

Oltre all’artigianalità, l’azienda ha raggiunto, nel corso degli anni, altrettanta competenza industriale, tanto da aver inserito in via sperimentale per Oasi un compattatore di rifiuti che consente di ridurre al minimo l’ingombro e la quantità di rifiuti prima ancora dello smaltimento, con un notevole beneficio per l’ambiente.