News

28/11/2017

Premiati i vincitori del BigMat International Architecture Award '17

Lo studio francese Lacaton & Vassal con il progetto di riqualificazione e ampliamento del centro d'arte FRAC Nord-Pas de Calais a Dunkerque è il vincitore della terza edizione del BigMat International Architecture Award ’17, il Premio biennale ideato e promosso dall’omonimo Gruppo leader in Italia e in Europa di materiali per costruire, ristrutturare e rinnovare.

L’annuncio del vincitore del Gran Premio Internazionale e degli altri Premi assegnati si è svolto nel corso della serata di gala tenutasi lo scorso 24 novembre nel prestigioso contesto di Palazzo Vecchio a Firenze, davanti a 400 ospiti internazionali del mondo dell’architettura e dei soci BigMat.

A contendersi la vittoria, architetti e studi provenienti dai sette Paesi europei in cui è presente il marchio BigMat – Belgio, Francia, Italia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Spagna.

Quattordici i finalisti, scelti fra gli 87 team di architetti preselezionati a luglio scorso tra quasi 900 candidati. Oltre al vincitore assoluto del Gran Premio sono stati inoltre assegnati i rispettivi Premi nazionali e i Premi di categoria.

Per l’Italia si sono aggiudicati il titolo Maria Alessandra Segantini e Carlo Cappai dello studio C+S Architects di Treviso con il progetto Law Court Offices a Venezia, la cui qualità secondo la giuria, « risiede nel modo in cui si integra nel contesto esterno, riprendendo l’archetipo degli edifici industriali e realizzando una costruzione ermetica che fa uso di materiali ossidati e arrugginiti, in perfetto accordo con il contesto».

La Menzione Speciale Giovani Architetti BigMat ’17, dal valore di 1.500 euro, assegnata a un’opera particolarmente meritevole realizzata da un architetto under 40, è andata agli sloveni H3T per il progetto della Casa nera sospesa in Boemia.

Il Premio del Pubblico, una delle novità di quest’edizione che ha coinvolto gli utenti della Rete, è andato invece al portoghese Pedro Mauricio Borges per il progetto Tenuta Da Tilia a Ponta Delgada, Portogallo.

Il premio, peraltro, conferma il trend di crescita d'adesioni, come sottolinea il presidente di giuria, l’archistar spagnolo Jesús Aparicio: «Il successo di questa terza edizione del BigMat International Architecture Award si evince dal numero di iscrizioni crescente, 881 progetti presentati contro i 750 del 2015, e dall’enorme qualità delle realizzazioni candidate al concorso, tanto che tra i partecipanti abbiamo ben 4 Premi Pritzker».