News

07/11/2017

Riqualificazione energetica: presentato l'accordo tra Fassa Bortolo e Legambiente

Un’altra iniziativa tutta italiana scende in campo nella direzione della sostenibilità ambientale e dell’efficientamento energetico del patrimonio edilizio. A promuoverla, Legambiente e Fassa Bortolo, che ieri a Collalto (Treviso), presso il Centro Formazione Convegni del noto marchio di soluzioni per l’edilizia, hanno ufficialmente presentato un accordo che vedrà le due realtà collaborare con l’obiettivo di contribuire fattivamente a quella che si preannuncia una delle più importanti opere di intervento di riqualificazione in Italia.

Alla conferenza di lancio, aperta dal Presidente di Fassa S.r.l. Paolo Fassa, dal Presidente della Commissione Ambiente della Camera On. Ermete Realacci e dal Vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini, hanno preso parte anche il Sindaco di Treviso Giovanni Manildo, il Presidente di ANCE Veneto Giovanni Salmistrari e la Presidente di Unindustria Treviso Maria Cristina Piovesana.

Secondo i dati elaborati da Legambiente, su territorio nazionale sono oltre un milione e duecentomila gli edifici condominiali e l’82% è stato costruito prima dell’entrata in vigore della normativa in materia di efficienza energetica. Strutture che hanno dunque bisogno di interventi: gli edifici residenziali in mediocre o pessimo stato di conservazione in Italia, infatti, sono pari al 16,8% del totale.

Proprio sulla base di questi dati, con Condomini di qualità Legambiente e Fassa Bortolo intendono promuovere su due fronti – informativo e formativo - la riqualificazione energetica e antisismica del patrimonio edilizio italiano, agevolata dagli incentivi statali – Ecobonus e Sisma bonus - previsti dalla Finanziaria 2017 e validi fino al 2021, cui accedere per realizzare interventi nei condomini.

La novità più interessante, peraltro, consiste nella possibilità per le famiglie di cedere il credito alle imprese che realizzano l’intervento o alle banche, così da non escludere nemmeno i nuclei famigliari con minor possibilità di spesa dalla realizzazione degli interventi. Tutto ciò, farebbe capo all'obiettivo ben più ampio di rilanciare il settore delle costruzioni, anche grazie all’apertura di migliaia di cantieri in tutta Italia. 

L’Ecobonus rappresenta davvero una occasione da non perdere per mettere mano al patrimonio edilizio con effetti benefici per i cittadini e per l’ambiente – ha dichiarato il vicepresidente di Legambiente Edoardo Zanchini –. Riqualificare i condomini significa ridurre la spesa energetica delle famiglie, diminuire le emissioni inquinanti prodotte dai sistemi di riscaldamento, che incidono sull’aumento della CO2 presente nell’atmosfera e quindi sui cambiamenti climatici, vuol dire migliorare la qualità dell’aria e diminuire le conseguenze dell’inquinamento indoor e outdoor sulla salute delle persone. Senza dimenticare i benefici anche in termini di riduzione dell’inquinamento acustico (e quindi delle tensioni tra condomini), grazie al miglioramento dell’isolamento delle pareti”.

L’accordo tra Legambiente e Fassa Bortolo punta proprio a diffondere le informazioni sulle opportunità di intervento. Saranno infatti organizzati appuntamenti informativi per i cittadini e di formazione per i tecnici in tutta Italia, coinvolte le famiglie in iniziative e monitoraggi dei condomini per verificare la situazione ambientale, statica ed energetica degli edifici dove vivono, illustrando le possibilità di intervento e i potenziali vantaggi che ne deriverebbero.

La campagna vedrà inoltre la distribuzione di una guida destinata al pubblico generico con consigli pratici per accedere agli incentivi e programmare la riqualificazione delle abitazioni, e una guida per addetti ai lavori con norme tecniche e indicazioni per i processi di realizzazione chiare e esaustive.

Per Fassa Bortolo “la partnership con Legambiente si inserisce nel quadro delle attività volte a promuovere con determinazione una cultura dell’edilizia moderna, rispettosa dell’ambiente e soprattutto del benessere della persona”.