Progetti

15/11/2018

aAhouse: un edificio industriale recuperato e plasmato dal marmo

aAhouse è un innovativo progetto di ristrutturazione e di trasformazione in residenza estiva - realizzata dallo studio LFSN | Livio Ficarra Silvia Nardi architetti - di un fabbricato di scarso valore costruito nella campagna sicula, a Mazzarino (CL), all’inizio degli anni ’80.

L’intervento nasce dall’aspirazione di trasformare un’anonima costruzione multipiano in un edificio moderno e all’avanguardia, in cui i materiali naturali, come il marmo Margraf, valorizzano tutti gli ambienti.

La volumetria, precedentemente articolata su 3 piani, è stata riportata su un solo livello, formato da due blocchi perpendicolari, tra loro indipendenti ma leggibili come un unico edificio grazie alla “ricucitura” creata dalla connessione in acciaio (la cui matericità differente rispetto ai volumi principali dell’edificio ne dichiara la precarietà) e la grande vetrata che, aprendo uno dei due fronti interstiziali, rivela il salone interno.

La sezione a capanna, tipica dell’architettura rurale, viene reinterpretata, attraverso la continuità formale e materica del Grigio Ducale Margraf, che riveste l’intero volume della villa. Un’architettura “silenziosa”, dove il marmo diventa elemento essenziale per integrarsi con il paesaggio. All’interno il Giallo Ducale Margraf, con il suo caratteristico colore oro, scandisce ritmicamente e impreziosisce i vari ambienti.

Il portico, grazie alla rigida modularità tra pieni e vuoti, accentuata dal rivestimento in marmo, dà vita ad uno spazio sobrio ed essenziale, la cui geometria, ribaltata sul piano orizzontale, diventa principio generatore della sistemazione esterna.
La forma archetipa scaturisce da una diretta ricerca intorno ai principi dell’abitare e ai suoi rituali: risultato di uno studio intorno non alla semplicità dell’architettura, ma alla sua essenza, non al rapporto proporzionale delle parti, ma quello intimo relazionale tra spazio, materia e abitante.

aAhouse è un edificio stereometrico e poroso che instaura relazioni di ordine percettivo, cromatico e spaziale con il luogo che “abita”. Un edificio che rispetta la “famiglia“ di figure della tradizione costruttiva mediterranea. Una concrezione rocciosa che, con la sua giacitura, definisce le gerarchie del paesaggio circostante e ne dichiara i principi dell’abitare. Un’architettura “silenziosa”, capace di integrarsi nel paesaggio come se ne avesse sempre fatto parte, arricchendolo e connotandolo, rifiutando compromessi e manierismi.

 

*credits

  • Progetto: aAhouse
  • Luogo: Mazzarino (CL)
  • Design Team: Livio Ficarra, Silvia Nardi, Giuseppe Cataldo, Andrea Sigona
  • Committente: privato
  • Superficie costruita: 197mq
  • Marmi utilizzati: pavimentazione esterna e rivestimenti interni in Giallo e Grigio Ducale Margraf​
  • Fotografie: Santo Eduardo Di Miceli