Projects

24/02/2017

Innovazione e tradizione in dialogo: IB Studio firma una moderna cantina in Chianti

Nel 2009, IB Studio, practice milanese condotta da Isabella Invernizzi e Beatrice Bonzanigo principalmente attiva nel segmento ristrutturazione, ha iniziato a sviluppare il progetto di una nuova cantina, immersa in uno dei più suggestivi paesaggi italiani, la Valle del Chianti in Toscana. La realizzazione si è poi aggiudicata un secondo posto all’edizione 2016 del prestigioso American Architecture Prize.  

Emergendo da una collina che abbraccia tutti i vigneti circostanti, la costruzione, sviluppata su 1.000 metri quadrati, si integra armoniosamente con l'estetica del paesaggio toscano, condividendone il misticismo.

La cantina ospita l'intero ciclo di produzione del vino, dal grappolo grezzo alla bottiglia di Chianti Classico. Passando per depositi, locali tecnici e magazzino per macchinari agricoli, si giunge infatti alle aree dedicate alla degustazione e alla vendita.

La facciata principale è stata appositamente pensata, per materiale, colore e forma, per allinearsi appieno all’estetica della topografia locale: la parete in pietra con archi circoscrive tutti i piani fuori terra e accoglie al di sopra un vero e proprio percorso panoramico. Il muro è diviso in cinque parti a immagine e somiglianza del territorio, assecondando così il naturale sviluppo delle colline.

Svariati i passaggi pedonali che aiutano i visitatori ad attraversare le differenti sezioni per poi confluire in un giardino nascosto all’interno in cui è collocato un padiglione in vetro riservato alla degustazione e alla vendita.

Percorsi esterni supplementari collegano inoltre gli ingressi dell'edificio con i sentieri che conducono all’azienda agricola garantendo massima flessibilità e facilità di spostamento per l'attività dei dipendenti.

I materiali principali di cui è composta la struttura, quali cemento bianco, pietre della tradizione locale e ottone brunito per le finiture, risultano perfettamente accompagnati da elementi organici, piante autoctone e fiori nelle tonalità del viola, del rosso e del giallo, che enfatizzano l’aspetto green del progetto.

Sistemi meccanici e idraulici altamente tecnologici completano l’efficace combinazione di estetica e funzionalità, riscontrabile in ogni angolo della cantina.

*Credits

Design e Project Management: IB Studio Arch. Invernizzi & Bonzanigo, Milano

Ingegneria strutturale: Bianchi Mantegazza Partnership, Londra (UK)

MEP Design e impianti enologici:  M&E srl, Firenze

Enologo consulente: Alberto Antonini