Progetti

13/03/2017

"Dialogue House", Arizona: luce e pietra tra natura e struttura

Ispirata alle riflessioni di John Van Dyke sul fenomeno della luce nel deserto, tratte dal volume “The Desert: Further Studies in Natural Appearances”, la scenografica Dialogue House, situata ai piedi delle Echo Mountains in Arizona e progettata dallo studio Wendell Burnette Architects, poggia le basi proprio sull’attento studio dell’illuminazione naturale e del suo mutare di giorno in giorno, di stagione in stagione.

Il lussuoso edificio residenziale dal design contemporaneo che spicca tra i bungalow ranch anni 50-60, è stato così concepito con due volumi di luce – una calda e una fredda – una parte focalizzata verso l’esterno per ampliare l’orizzonte, l’altra verso l’alto per creare una sorte di baldacchino tra struttura e cielo. Il volume principale è elevato rispetto al corpo, alla zona ospiti e al garage, spostato dalla strada, su una via laterale, appoggiato ad un muro scuro che si estende in tutta la lunghezza a delimitare l’area.

Questo volume, complici ombre molto accentuate, si proietta a sud, oltre il bacino di Phoenix e lo skyline del centro in direzione delle South Mountain e della Sierra Estrella Mountain. Il secondo volume della casa, inclusivo di piscina, mezza terrazza riempita a metà d’acqua, punta in alto verso l’azzurro intenso del cielo dell’Arizona.

All’interno, uno stile d’arredo eclettico e moderno sposa grandi superfici in vetro, finiture brillanti e colori neutri che caratterizzano le principali aree funzionali della zona giorno, mentre il bagno padronale, recentemente ristrutturato, ospita la matericità della Pietra di Vicenza nella colorazione Bianco Avorio, fornita da Grassi Pietre.

La tonalità scelta si inserisce perfettamente nel contesto abbinandosi ai pavimenti in legno e pietra, presenti in tutta l’abitazione.  

Per la ristrutturazione di questo bagno – dichiara l’architetto Wendell Burnette – eravamo alla ricerca di un materiale che risultasse in piena armonia con il progetto, e che al tempo stesso aggiungesse al design un plus da un punto di vista materico e visivo. La Pietra di Vicenza, nella sua raffinata nuance Bianco Avorio, ha dimostrato di essere il materiale perfetto. La sua naturale bellezza, l’uniformità e il calore del suo colore sono stati in grado di amplificare la percezione degli spazi con un minimo ingombro.