Progetti

19/06/2019

Superfici industrial-vintage per L'Epicerie et Cie

Nella capitale della storica Borgogna, Digione, la passione per la cultura e per la eno-gastronomia detta il passo di numerosi tour, alla scoperta dei prestigiosi vitigni e delle differenti architetture che abbracciano dal gotico all’Art Decò.

Qui, in pieno centro storico, si trova Place Emile Zola, oggi luogo di incontro per turisti e visitatori alla ricerca di un posto accogliente e tranquillo, caratterizzato da una cornice quasi bucolica. Tra i ristoranti che vi trovano ubicazione, L’Epicerie et Cie si pone come punto di riferimento per scoprire la tradizione culinaria francese, cullata da un contesto architettonico affascinante e da un interior che unisce sincerità e modernità, frutto di una recente ristrutturazione. A predominare al suo interno sono infatti arredi e dettagli che sembrano proiettare gli avventori nella Francia degli anni 50, quando il locale era adibito a negozio alimentare. Dai tipici archi che separano le differenti aree funzionali e le pareti in muratura a vista alla presenza di complementi di recupero ed elementi dal sapore neo-vintage, il locale sembra accompagnare chi vi entra lungo un suggestivo viaggio storico tra passato e presente.

Anche le scelte materiche effettuate per caratterizzare le finiture interne rispecchiano questo approccio stilistico e progettuale che abbina l’antico al nuovo con l’obiettivo di creare un’inedita combinazione. A spiccare è in particolare il pavimento in gres porcellanato “Trace” fornito da Ceramiche Caesar. Adottata nella colorazione Mint (formato 60x60cm) e nella versione Mint Deco (formato 30x30 cm), la superficie ceramica si ispira al metallo used reinterpretandolo in chiave contemporanea e consentendo di connotare gli ambienti con un look iconico in cui il colore del metallo brunito incontra l’opacità del cemento.