Pavimenti e rivestimenti

14/10/2021

Ceramiche Refin ricrea l'incanto degli affreschi

La nuova collezione di Ceramiche Refin, recentemente presentata al Cersaie di Bologna, è in grado di offrire un’originale ed eclettica interpretazione del patrimonio artistico italiano racchiuso nella tradizione delle decorazioni murarie. Le qualità multiformi del grès porcellanato hanno consentito, per la prima volta, di trasportare il fascino dell’affresco anche sul pavimento.  

Per la realizzazione di Affrescati, Ceramiche Refin ha compiuto un viaggio emozionante nella bellezza dell’arte italiana, nella ricchissima storia dell’affresco, calandosi completamente nelle antiche tecniche di pittura murale per dare vita a una superficie originale e di gran carattere in grado di rivestire diversi ambienti, adattandosi egregiamente ad ogni contesto grazie alla versatilità del grès porcellanato. 

La storia di Affrescati inizia da lontano, da potenti suggestioni legate al fascino degli affreschi di Pompei, alle cromie del Duomo di Amalfi e alla volta stellata della Cappella degli Scrovegni, ed è intimamente connessa alle impressioni raccolte durante una profonda immersione nella tradizione italiana delle decorazioni murarie, compiuta soprattutto per cercare nuovi modi di concepire gli spazi. Il risultato è un vero e proprio affresco, realizzato nel laboratorio all’avanguardia di Ceramiche Refin e trasformato in un’esclusiva superficie d’arredo in ceramica, profondamente materica e ricca di contrasti di colore.

La reazione tra la calce di fondo e i pigmenti consente di attenuare le tonalità cromatiche e di generare un tripudio di sfumature diverse, con un effetto leggermente delabrè. Il patrimonio culturale dell’arte italiana e il valore storico dell’artigianalità, nella collezione Affrescati, si fondono armoniosamente in un affresco che ammanta con grazia ogni contesto, portandovi un’indiscussa raffinatezza e un grande equilibrio estetico. 

 

La collezione si caratterizza per le sue superfici squisitamente materiche, arricchite da segni di spatolature, da impercettibili ondulature e da un’attenta stratificazione cromatica che evocano in un solo istante il legame con mondi lontani, con il valore dei migliori patrimoni artistici della storia italiana. Le spugnature, in particolare, trasformano ogni lastra in una superficie intrisa di artigianalità, con un carattere unico e imprevedibile. La sensazione di trovarsi di fronte a un affresco è ulteriormente rafforzata dalla presenza di crepe e fioriture che costellano le superfici, ma anche dalla scrupolosa scelta dei colori – Calce, Ocra, Ombra, Lapis e Terra -, tutte tonalità che richiamano in maniera evidente le cromie delle arti murali, insieme al loro tipico aspetto vissuto e polveroso. 

La collezione è inoltre arricchita dal decoro Giotto, pensato per pareti e pavimenti, con il suo fondo monocromatico color blu che trae ispirazione dal cielo dipinto nella cappella degli Scrovegni.  

*Info tecniche

Colori: Calce (bianco), Lapis (blu), Ocra (beige), Ombra (grigio), Terra (marrone)

Formati: 120x120, 60x120, 80x80, 40x80 - spessore: 9mm

Decori: Giotto 102x120 e 60x120