Video

08/04/2021

La nuova "Calatea Green" di Cristina Celestino per Pianca

Calatea Green è la riedizione sostenibile della poltrona Calatea disegnata da Cristina Celestino nel 2017: una nuova versione, ripensata nei materiali e nella sua espressione formale, interamente prodotta secondo i criteri di economia circolare.

Progettata per Pianca, l’azienda veneta specializzata nel complemento di arredo e nei sistemi per l’abitare, Calatea Green è stata presentata a Torino in occasione dell’inaugurazione di Green Pea - il primo Green Retail Park del mondo. Un prodotto che rappresenta un omaggio al pianeta e una riaffermazione dell’impegno di Pianca nei confronti dell’ambiente.

Ogni elemento della Calatea Green è stato ripensato per ridurre l’impronta ambientale della seduta. L'imbottito è realizzato in eco-fibra di poliestere proveniente dal recupero delle bottiglie dell’acqua minerale in plastica PET: composto al 100% da Poliestere Vergine, è completamente riciclabile e compostabile, nel rispetto dei criteri dell’Economia Circolare. La scocca è in legno multistrato, le gambe sono in legno massello di Frassino certificato FSC®, proveniente da boschi certificati a prelievo controllato contro la deforestazione. I rivestimenti in tessuto, infine, utilizzano un filato di cotone prodotto con sistema Open End impiegando materiale 100% di riciclo garantito dalla certificazione GRS (Global Recycled Certified 4.0).

Cristina Celestino ha inoltre disegnato per il tessuto dello schienale una nuova grafica, scegliendo di rendere omaggio alla sua terra, il Friuli, e all'albero di Ontano, un'essenza arborea autoctona delle Alpi Giulie, le cui foglie si caratterizzano per la regolare texture delle venature. Una trama che è stata motivo di ricerca e di ispirazioni per la designer che si è poi soffermata sul lavoro dell’artista Carla Accardi ed in particolare sulle sue pennellate ritmiche, i segni.

La seduta è stata presentata a Green Pea - il primo Green Retail Park del mondo - come un pezzo unico dalla pronunciata natura artistica. Per l’occasione il motivo decorativo è stato impresso su tela da Alberto Fiocco che ha reso Calatea Green un’opera unica: frutto dell’incontro tra arte, artigianato e design.

Il decoro a mano è stato eseguito con colori a base d’acqua privi di sostanze tossiche.