News

14/04/2020

A Matera, i casali diventano hi-tech e nZeB

Nascono nel cuore di Matera nuovi casali hi-tech e super green dove alta sostenibilità, comfort e salubrità convivono per offrire una risposta attenta alle esigenze del real estate odierno.

Un progetto, quello sviluppato dal nuovo brand immobiliare pugliese Lusseri, che sta già assistendo alla costruzione delle prime sei unità in zona Aia del Cavallo, con lo stile tipico delle cascine di un tempo ma attualizzate in chiave tecnologica e a impatto zero al cento per cento, tanto da ottenere il protocollo di certificazione EcO. Le abitazioni di lusso in progress rappresentano infatti edifici “nZeB” (nearly Zero Energy Building), ad altissima prestazione, che riducono il più possibile i consumi e l’impatto nocivo sull’ambiente.

I casali si avvarranno inoltre di una struttura in cemento armato antisismico, di coperture in legno pregiato e dell’innovativo P55, un particolare sistema di muratura stratificata di 55 cm, realizzato con intonaco di calce e gesso e blocchi di Tufo di Montescaglioso, messo a punto dall’impresa edile Edil Pepe, a capo del marchio Lusseri.

Ogni abitazione si svilupperà su 3 livelli e sarà notevolmente integrata con impianti di energia rinnovabile, nello specifico fotovoltaico e pompa di calore. Vanterà inoltre un’area esterna compresa tra i 600 e gli 800 metri quadri in cui potrà sorgere una piscina o, in alternativa, una biopiscina, composta da pietra e sabbia per riprodurre verosimilmente il fondale marino. La particolarità di questo specchio d’acqua artificiale deriva dalla mancanza di un impianto di depurazione che sfrutta agenti chimici come avviene con le classiche piscine. La depurazione delle acque, infatti, si verifica grazie a particolari piante acquatiche, senza bisogno di additivi chimici come cloro o ozono.

La progettazione del verde dei sei casali si rifà al concetto della villa romana, un edificio a uso abitativo con un’area pertinente in cui viene favorita la colonizzazione floristica in modo da attutire l’impatto della costruzione sull’ambiente circostante.

Ogni casale godrà infine di impianti di domotica che consentiranno di controllare e gestire gli spazi domestici con grande semplicità, attraverso l’utilizzo di un dispositivo touch che gestisce il flusso di informazioni e in ogni momento, anche da remoto, utilizzando un qualsiasi dispositivo mobile.