News

26/04/2021

Iris Ceramica Group Main Sponsor del Padiglione Italia 2021

Iris Ceramica Group, leader nella produzione di superfici ceramiche per il design, partecipa alla 17. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia in qualità di Main Sponsor del Padiglione Italia 2021*. 

Il Gruppo, con sede a Fiorano Modenese e siti produttivi in Italia, Germania e Stati Uniti, intende farsi portavoce di una nuova cultura della ceramica quale materiale tra i più sostenibili e nobili, che accompagna l’evoluzione dell’uomo sin dalla scoperta del fuoco. Il percorso intrapreso in questa direzione, ha portato Iris Ceramica Group al raggiungimento di importanti traguardi in ambito anche sociale e ambientale, quali lo sviluppo nel 2009 di materiali eco-attivi - ACTIVE SURFACESTM – in grado di eliminare le sostanze inquinanti presenti nell’aria, i batteri e i virus (tra cui il SARS-CoV-2 responsabile del Covid-19) che si depositano sulle superfici. Inoltre, nel 2018 è stata raggiunta, tramite un significativo investimento in soluzioni all’avanguardia, la produzione a emissioni zero, anticipando di gran lunga i requisiti previsti dalla legge climatica dell’UE entro il 2030.

È in questo contesto che la sponsorizzazione del Padiglione Italia assume per il noto gruppo ceramico una forte valenza virtuosa: segnare la strada verso lo studio e la produzione di materiali “lungimiranti” per rendere gli ambienti urbani più a misura d’uomo.

* Il Padiglione Italia 2021

Comunità Resilienti: è questo il nome scelto per il Padiglione Italia, a cura di Alessandro Melis, che pone al centro dell’esposizione, in tutta la sua viva drammaticità, la questione del cambiamento climatico e le impegnative sfide che interpellano l’architettura. In particolare, intende sottolineare come il cambiamento climatico stia mettendo a dura prova la sostenibilità del sistema urbano, produttivo e agricolo e quali siano le principali criticità e opportunità del nostro presente.

Il progetto, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, si fonda sulla ferma convinzione che l’architettura debba contribuire in modo concreto al miglioramento della qualità della vita fornendo adeguate risposte agli epocali mutamenti ambientali e sociali in atto.

Principale obiettivo del Padiglione Italia sarà quello di far riflettere in modo inedito i visitatori sui meccanismi di resilienza delle comunità, prioritaria chiave di lettura per il recupero di una nuova forma di interazione tra spazio urbano e territorio produttivo, all’insegna dell’interdisciplinarietà delle competenze e delle logiche evolutive non deterministiche, elementi centrali nei momenti di transizione. 

Proprio per questo, il Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2021 sarà a impatto CO2 quasi zero. Per raggiungere tale scopo si è proceduto a predisporre una sottrazione + integrazione dei materiali del Padiglione Italia 2019 per la 58. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia e una rilocalizzazione in forma permanente di tutto quello che verrà prodotto. Un’opportunità unica non solo per mostrare opere coerenti con gli obiettivi della proposta, ma anche un’occasione di studiare il ciclo di vita di una realizzazione in un contesto di resilienza.