News

08/06/2017

Krion® diventa purificatore dell'aria e autopulente con la tecnologia K-Life

La Solid Surface KRION®, sviluppata dal brand del gruppo Porcelanosa Systempool, ha lanciato oggi sul mercato italiano K-Life, un’innovazione tecnologica brevettata - KRION Eco-Active Solid Technology® - in grado di garantire prestazioni aggiuntive alla superficie e ammettere di conseguenza nuove possibilità di applicazioni sia in ambito commerciale che residenziale.

Partendo dalle caratteristiche base del materiale, composto da due terzi di minerali naturali e da una piccola percentuale di resine ad alta resistenza, il marchio ha investito in un inedito processo produttivo capace di immettere in tutta la massa del prodotto una serie di attivatori che, attraverso qualsiasi tipo di luce anche artificiale, contribuiscono alla purificazione dell’aria, all’eliminazione dei batteri, all’autopulizia e all’eliminazione di soluzioni chimiche.

Bruno Deserti, Responsabile Prodotto Italia, spiega: “La KRION Eco-Active Solid Technology® è il salto rivoluzionario fatto da KRION® nel mondo della Solid Surface. Lo scopo di questa nuova tecnologia è quella di conferire al materiale numerose nuove proprietà, basate sul fenomeno naturale della fotocatalisi, senza alterarne le qualità fisiche, il colore, né limitarne l'impiego.”

K-Life – K come Krion e Life perché rievoca la vita - è il nome che abbiamo dato a questa nuova tecnologia e non si tratta di un semplice trattamento superficiale, ma strutturale, che non comporta l’utilizzo di alcun componente pericoloso e che garantisce soltanto effetti positivi sull’uomo e sull’ambiente” conclude Deserti.

Nello specifico, l'innovazione prevede che, quando i gas nocivi quali ossidi di azoto (NOx), ossidi di zolfo (SOx) e composti organici volatili (VOC) entrano in contatto con la superficie, la reazione chimica innescata generi sali minerali e acqua. L'attività di purificazione dell'aria è stata esaminata, sia negli ambienti interni che esterni, riscontrando che 1 mq del nuovo K-Life è in grado di purificare la quantità d'aria che respirano 6,5 persone in un anno. La tecnologia risulta inoltre in grado di eliminare batteri nocivi fino al 117% in più rispetto ad altri materiali.

K-Life, che dal punto di vista produttivo andrà progressivamente a sostituire, nella colorazione di base (bianco), la formulazione dell’attuale Krion®, è stata testata da laboratori esterni seguendo le normative ISO per la certificazione della sua efficacia.