News

14/06/2018

"La Ceramica e il Progetto": i vincitori della 7ª edizione

Si è conclusa la settima edizione de La Ceramica e il Progetto, il concorso annuale rivolto ad architetti e interior designer che premia le migliori realizzazioni architettoniche con ceramica italiana.

La giuria, composta da Mario Cucinella, Fulvio Irace, Aldo Colonetti e Confindustria Ceramica ha valutato i 78 progetti pervenuti sulla base di criteri di creatività, funzionalità e gusto estetico della realizzazione, prendendo in considerazione la progettazione, l'impiego delle piastrelle, la qualità della posa e le caratteristiche di sostenibilità ambientale del materiale.

Per la categoria Commerciale è risultato vincitore il progetto Rosalia Salad Gourmet di Firenze realizzato da S+S Studio con lastre Ceramica Sant’Agostino. Il progetto interpreta in modo nuovo e originale sia l’organizzazione degli spazi, sia la cultura dell’interior design, individuando, nella scelta della pavimentazione e dei rivestimenti, un linguaggio compositivo di forte impatto decorativo.

Nella categoria Istituzionale il vincitore è il progetto Nuovo Headquarter Prysmian Group di Milano dell’architetto Maurizio Varratta che ha visto l’utilizzo di 16.000 mq di materiale ceramico Marazzi per pavimenti e rivestimenti: un progetto di dimensione quasi urbanistica che mette in dialogo esterno, interno e natura circostante.

Nella categoria Residenziale il vincitore è Bernini2 La Villa e La Torre a Torino, di +Studio Architetti nel quale sono state utilizzate piastrelle Caesar, Keope, Kronos e Atlas Concorde. Il progetto dialoga tra passato e futuro, intervenendo su una realtà architettonica preesistente, realizzando un nuovo edificio all’interno di un contesto urbano della Torino degli anni ’50. 

Assegnate anche tre Menzioni: nella categoria Commerciale allo studio Peia Associati per il progetto Miriandhoo Resort alle Maldive con piastrelle Casalgrande Padana disegnate ad hoc per la location; nella categoria Istituzionale, al Collegio Universitario Einaudi di Torino, all’interno del quale lo studio MAT Moretto Architettura ha utilizzato piastrelle Marazzi; nella categoria Residenziale a Claudio Angelucci Architetto e Edgardo Toso Srl per il progetto Residence Lido Riccio di Ortona, che vede l’uso di rivestimenti ceramici Cotto d’Este.

La premiazione ufficiale avverrà il prossimo 4 luglio al termine di una conferenza su ceramica e architettura - promossa da Ceramics of Italy in collaborazione con Proviaggi Architettura - che si terrà presso la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista, a Venezia.