News

02/12/2020

Listone Giordano promuove concerti virtuali tra arte e musica

Attraverso la Fondazione Guglielmo Giordano e in collaborazione con Umbria Ensemble, Listone Giordano, brand iconico nel settore delle pavimentazioni lignee d’alta gamma, organizza a partire dal prossimo 6 dicembre un ciclo di concerti virtuali d’alto livello incentrato sulla forza della creatività e al connubio tra arte e musica. 

L’inedita location da cui verrà trasmesso l’evento è la celebre sede di Listone Giordano in Umbria, a Miralduolo di Torgiano, in provincia di Perugia. Fa eccezione, il concerto del 3 gennaio che avrà luogo a Villa Spinola, sede della Fondazione Guglielmo Giordano.

Si inizia quindi con il concerto inaugurale intitolato “L’arte di creare Bellezza” di W. A. Mozart – Quintetto in La Maggiore k 581, con i movimenti Allegro, Larghetto, Minuetto, tema con variazioni e Allegretto -, proseguendo poi per altre cinque domeniche, alla stessa ora, fino al 14 febbraio.  Per assistere virtualmente al programma sarà sufficiente collegarsi al link https://one.listonegiordano.com, lasciandosi cullare in totale serenità dalle note immortali di geni assoluti come lo stesso Mozart, Wagner o Strauss Jr. I concerti saranno trasmessi in diretta anche sul canale Youtube e sulla pagina Facebook di Listone Giordano.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto culturale Natural Genius, nato nel 2006 al Guggenheim di New York sotto l’egida della Fondazione Giordano, e che incarna ancora oggi i valori più puri del Gruppo Margaritelli e del suo brand più noto, Listone Giordano, sempre tesi verso la ricerca di un design puro e intimamente connesso con la natura. Anche in questo caso, l’obiettivo è estremamente chiaro: unire genio e naturalezza grazie alla forza travolgente della musica. Ogni creazione del Gruppo Margaritelli, nei suoi 150 anni di storia, si è sempre basata sul connubio inscindibile tra arte, design e bellezza, su quell’impulso creativo che è parte integrante della natura più autentica di ogni uomo, e che da più di un secolo è anche diventato un elemento essenziale nel DNA del Gruppo.

Il secondo appuntamento, previsto per il 20 dicembre, sarà intitolato “L’arte di immaginare mondi possibili”, e sarà animato dalle note di Wagner (Idillio di Sigfrido). Il 3 gennaio sarà la volta di “L’arte di guardare il futuro” mentre il 17 gennaio l’appuntamento sarà dedicato all’arte di costruire scandita dalle musiche di Pachelbel e W.A. Mozart. Gli ultimi due concerti, previsti per il 31 gennaio e il 14 febbraio, saranno vivacizzati dalle sonorità di Holst, Bernstein e Mozart: il primo ruoterà attorno a un tema ben specifico, “L’arte di innovare”, mentre il concerto finale sarà incentrato sull’arte di costruire gli strumenti musicali. 

Non è la prima volta che Listone Giordano scommette sulla musica; già nel 2018 diede vita a un originale progetto all’interno della foresta umbra di Piegaro, un bosco di 146 ettari appartenente alla famiglia Margaritelli. In quell’occasione fù allestita un’installazione sonora multisensoriale in collaborazione con il sound artist Federico Ortica. L’artista era riuscito a catturare la voce degli alberi attraverso specifici dispositivi applicati sul tronco creando una composizione fatta di vibrazioni e sonorità elettroniche.