News

13/10/2020

Novità ceramiche e laterizi italiani in mostra a Saie 2020

La 55° edizione di SAIE, la fiera dedicata al settore delle costruzioni è confermata, in presenza, presso il quartiere fieristico di Bologna dal 14 al 17 ottobre 2020. Per l’occasione, la rassegna bolognese prende il nome di SAIE Riparti Italia e ospiterà aziende, professionisti e associazioni per sostenere il riavvio della filiera, in totale sicurezza, tra innovazione e nuove occasioni per il mercato. Saie 2020 seguirà le linee guida definite da AEFI (Associazione Enti Fieristici Italiani), approvate dalla Conferenza delle Regioni e condivise da BolognaFiere.

L’industria italiana della ceramica e dei laterizi sarà presente nell’Area della Ceramica e del Laterizio (Pad. 25 – Stand A23/A27), sotto l'egida del marchio collettivo Ceramics of Italy. Uno spazio di circa 200 mq. in cui si potrà trovare una selezione di campioni di piastrelle di ceramica e mock-up di soluzioni costruttive in laterizio, nonché un punto informativo sui prodotti ceramici e laterizi italiani, accanto al quale vi sarà uno spazio dimostrativo pratico sulle più avanzate tecniche di posa delle lastre ceramiche di grandi formati a cura dei maestri piastrellisti di Assoposa.

All’interno del ricco programma di incontri e seminari, Confindustria Ceramica ha organizzato l’evento di lancio del nuovo progetto di ricerca sui laterizi LIFE SUPERHERO nella giornata di venerdì 16 ottobre alle ore 11:30. Il convegno dal titolo "Sostenibilità e prestazioni di tetti energeticamente efficienti" si terrà al piano terra del Centro Servizi e sarà possibile seguirlo anche in streaming. Previsti i seguenti interventi:  

  • Da LIFE HEROTILE a LIFE SUPERHERO, la sostenibilità e le prestazioni delle coperture in laterizio, Dott. Mario Cunial – ICP
  • “LIFE SUPERHERO” il progetto europeo sulle coperture in laterizio ventilate e traspiranti, Dott.ssa Giuliana Bonvicini - Centro Ceramico
  • Coperture ventilate e traspiranti per il raffrescamento di edifici e città: superare le barriere, Prof.ssa Elisa Di Giuseppe - Università Politecnica delle Marche.

tags