News

15/09/2016

Saie 2016 verso il futuro delle costruzioni

Saie 2016, il Salone internazionale dell’edilizia, torna a Bologna dal 19 al 22 ottobre con un’edizione interamente dedicata alle città, alle infrastrutture e all’ingegneria del territorio. È infatti l’anno del “Saie Building Construction” che si svolge negli anni pari, a differenza del “Saie Smart House” (nuova iniziativa nata nel 2015) in programma negli anni dispari.

La 52esima edizione della manifestazione sarà occasione di approfondimento su nuovi strumenti e procedure, con particolari focus sul BIM, su tecnologie e materiali intelligenti, prodotti e macchine a basso impatto, per raccontare l’impegno e la sfida sui temi su temi di grande attualità, tra gli altri, quali rigenerazione urbana e riqualificazione sostenibile.

Attesi 90mila operatori professionali da tutto il mondo (progettisti, imprese di produzione e rivenditori), a cui sarà offerta la più ampia gamma di tecnologie per l’edilizia e il cantiere, materiali e manufatti, strumentazioni elettroniche e sistemi di automazione, soluzioni per il risparmio energetico e molto altro ancora, da parte delle 1.400 aziende espositrici. Tra i saloni tematici spiccano Saie Costruire Sicuro, dedicato alle tecnologie per il miglioramento della sicurezza in campo sismico e idrogeologico, Saie Costruire Sostenibile che ospiterà strumenti per l’efficienza energetica e la bioarchitettua e Saie Progettare Innovativo dove saranno in mostra hardware e software per la progettazione 2.0. 

Ampio spazio, come di consueto, sarà riservato all’innovazione sostenibile con Saie Innovation per indirizzare gli operatori verso le soluzioni più adeguate per un mercato dell’edilizia “2020”. Sul tema, una giuria appositamente nominata selezionerà le innovazioni più significative presentate dagli espositori Saie nella “Guida alle Novità”, esposte poi presso il centro servizi e successivamente premiate alla presenza del Ministro dell’Ambiente.  

Sarà trattato ampiamente anche il tema dell’antisismica con la presentazione di tecniche e tecnologie oltre a materiali come fibre d’acciaio e vetro per il rinforzo degli edifici esistenti. Ricco anche il calendario convegnistico (500 conferenze e seminari), a cui si affiancheranno momenti formativi con corsi e workshop tenuti da importanti rappresentanti del mercato edile e dei centri di ricerca e progettazione internazionali.