Progetti

07/04/2021

Rigenerazione urbana: a Milano prende forma GarofaloPaisiello

Due firme prestigiose per uno degli sviluppi immobiliari destinato a segnare lo scenario del capoluogo lombardo nei prossimi mesi. Realizzato su iniziativa di Fondo Aetmosphere gestito da Dea Capital RE Sgr, con advisor Realty Partner e Sigest come broker agency, il progetto residenziale GarofaloPaisiello porta la firma di Mario Cucinella Architects e vede la scesa in campo di Milano Contract District per i servizi e i prodotti legati all’interior design.

L'intervento di rigenerazione urbana, nel cuore di Milano, incarna i valori di innovazione e vocazione internazionale accanto a una dimensione più intima e autentica. Si presenta come progetto residenziale di pregio dove estetica e sostenibilità trovano la loro sintesi nel materiale di facciata, dove le logge vetrate compongono un disegno dinamico, frutto del gioco di riflessi tra la trasparenza dei cristalli e la lucentezza del rivestimento ceramico, e infine dove volumi progressivamente arretrati, galleggiano sopra la città circondati da ampi terrazzi panoramici. 

All'interno, Milano Contract District ha progettato ambienti ricercati, dettagli curati e soluzioni moderne. Tutte le soluzioni abitative sono state oggetto di un accurato processo di ottimizzazione di spazi e distribuzioni, per assicurare il benessere di chi l’abiterà. Aria e luce sono sinonimo di vita: per questo gli appartamenti sono luminosissimi con doppio affaccio e con grandi finestre a tutta altezza, per regalare l’emozione di ambienti sempre ariosi e luminosi. La grande attenzione al dettaglio è evidente anche attraverso le finiture del capitolato che prevede brand di livello internazionale come Listone Giordano, Ernestomeda, Cesana, Gessi, Bticino e Lema.

Tra fisico e virtuale 

Come già hanno inteso e applicato da tempo grandi marchi di molteplici settori industriali evoluti come la moda, l’automotive, la ristorazione, che hanno convertito i propri spazi di vendita in luoghi d’esperienza”, spiega Lorenzo Pascucci, founder di Milano Contract District, “così anche noi in MCD abbiamo trasformato il progetto di casa in un servizio a 360°, offrendo a chi è alla ricerca di una nuova abitazione una vera e propria home experience che inizia all’interno di pop-up store dedicati all’iniziativa immobiliare per atterrare poi all’interno della nostra Design Platform di Via Guicciardini 6.”

Così, nel digital store di GarofaloPaisiello, il design legato al nuovo immobile prende vita, trasmettendo profumi e suggestioni di capitolato, per un’esperienza a 360°. Nei 250mq di store, i futuri residenti, attraverso un percorso guidato (sia fisico che digitale) possono sfiorare i materiali ammirando le variazioni cromatiche di interior design proposte nel progetto. In linea con le esigenze odierne di distanziamento sociale, viene data anche la possibilità di configurare da remoto la propria abitazione scegliendo, tramite uno speciale configuratore, la tipologia di appartamento, dal monolocale all’attico, e le sue finiture.

"Soprattutto nella fase iniziale, sono le moderne tecnologie a rivelarsi utili per creare l’ingaggio e la call to action ad acquistare” prosegue Pascucci, “successivamente però, per il perfezionamento dell’acquisto, è il contatto con un luogo fisico dove vivere una home experience immersiva caratterizzata da servizi dedicati e personalizzati a rivelarsi il fattore vincente in grado di trasformare un semplice interesse in un preliminare.

Inoltre, con l’obiettivo di guardare al futuro e rispondere alle nuove esigenze abitative (dall’home working all’home fitness alla DAD), ai futuri residenti di GarofaloPaisiello sono state proposte inedite home solutions firmate More+Space, costola della piattaforma Milano Contract District che propone soluzioni e progetti di arredo dinamici.

Grazie a More+Space sono stati così garantiti ulteriori standard di efficientamento di alcune stanze e tipologici del progetto rendendo funzionali degli spazi attraverso arredi dinamici, capaci di mutare la propria destinazione d’uso in base all’ora del giorno grazie a pochi, semplici gesti che fanno, ad esempio, di una scrivania un letto, o di una parete un comodo contenitore.